3nastri, realizzazione sitiweb, grafica a Roma.

Creare blog aziendale, locandine, carta intestata, biglietti da visita personalizzati.

Content Delivery Network, che significa?

3nastri, realizzazione sitiweb, grafica a Roma.

Creare blog aziendale, locandine, carta intestata, biglietti da visita personalizzati.

Home » Content Delivery Network, che significa?
Content Delivery Network, che significa?

Content Delivery Network, che significa?

 

 

Avete appena finito di fare l’analisi del vostro sito su GTmetrix e non riuscite a capire cosa significhi “Content Delivery Network” (CDN)?
Non prendetelo troppo in cosiderazione se il vostro è un piccolo sito che non ha una mole ingente di traffico. Un sistema CDN è utile per grandi siti e portali che devono rendere più veloci i tempi di risposta all’utenza.

Vi ricordo che qui forniamo una traduzione ed esemplificazione delle informazione raccolte sul web e principalmente dalle Best Praticies di Yahoo.

Ma andiamo a scoprire cosa è un sistema CDN.

 

 

 

La vicinanza di un utente con il server Web ha un impatto sui tempi di risposta. Distribuire il vostro sito su più server nel facilita la fruizione da parte degli utenti. Questo significa dare una distribuzione geografica del vostro sito. Ovviamente qui ci riferiamo a siti web con traffico pesante e che abbiano accumulato un minino di dati e statistiche sugli utenti che frequentano il sito. Così è possibile verificare e tracciare profili utente e capire se conviene localizzare il proprio sito su più server. È bene ad esempio sapere se il 50% dei nostri visitatore è italiano, il 30% americano, il 20% dall’Europa. Così possiamo chiedere servizi ad hoc in questo senso. Un americano leggerà meglio il nostro sito se si trova un server più facilmente a lui accessibile.

 

Ma da dove iniziare?

Come primo passo per l’attuazione dei contenuti distribuiti geograficamente è meglio evitare di costruire un sito che ha un’architettura distribuita su più server (per saperne di più leggete questo articolo). Questo perché progettare un sistema di questo tipo è complicato, costoso e non sempre adatto alle esigenze soprattutto se non avete un sito che gestisce tante applicazione e richieste.

Ricordate che il 80-90% del tempo di risposta di un sito all’utente è dovuto al download di tutti i componenti della pagina: immagini, fogli di stile, script, Flash, ecc.  Invece di ridisegnare l’architettura dell’applicazione, è meglio per disperdere i contenuti. Questo non solo consente una riduzione dei tempi di risposta, ma è più facile da fare.

Una rete di distribuzione di contenuti (CDN) è un insieme di server web distribuiti su più sedi che forniscono contenuti in modo più efficiente per gli utenti.  La fornitura di contenuti ad un dato utente da parte di un server è in genere basata su quella che viene chiamata “misura di prossimità della rete”. Ad esempio, il server con il minor numero di richieste e fisicamente più vicino verrà selezionato per instradare gli utenti.

È conveniente utilizzare un provider di servizi CDN (piuttosto che comprarli), come Akamai Technologies , EdgeCast , Level3 o Amazon. Per web privati, il costo di un servizio CDN può essere proibitivo, ma se i vostri utenti crescono sempre di più e diventano sempre più eterogenei , un CDN è necessario per garantire tempi di risposta rapidi. Passare ad un CDN è un cambiamento relativamente facile che migliorerà però notevolmente la velocità del tuo sito web.

Ripeto, è consigliabile una scelta di questo tipo per siti che hanno veramente un traffico intenso.